Recensioni
Fecabook
Twitter
Email
19 Maggio 2012
"La ricetta per fare il gelato più buono del mondo" di Vera Schiavazzi

R Club - La Repubblica


"In fondo, nulla è rioluzionario come un'idea semplice: buon latte, buone uova, grandi cucchiai e pastorizzazione attenta, il tutto nel più totale rifiuto della chimica". 

17 Maggio 2012
"Il nostro gelato ci fa impazzire" di Flora Casalinuovo

Donna moderna


"Inizia come una canzone di Gino Paoli l'avventura di Federico Grom e Guido Martinetti: -Eravamo due amici al bar- (nel testo di Paoli erano quattro, ma tant'è). Perché davanti ad un panino i due hanno dato vita a Grom: nel 2003 una piccola gelateria a Torino, ora un marchio di eccellenza del Made in Italy con negozi a New York e Osaka".

16 Maggio 2012
La preghiera di Camillo Langone

Il Foglio


"Può darsi che anche io, nella carapina del mio cuore, conservi invidia per i due oramai benestanti gelatai torinesi: aiutami a non esplicitarla mai. Al contrario rendimi sempre capace di ammirazione verso chi riesce a realizzare il proprio sogno, specie se buono come il fiordilatte Grom". 


Guido ospite di Alessio Vinci a Matrix

Guido: "L'aspetto chiave per un giovane che desideri davvero realizzare se stesso nella propria vita professionale è, in primis, avere la forza di carattere per seguire la propria passione, ciò che veramente muove... che è poi la stessa cosa che ti muove ad alzarti presto al mattino, tirarti su le maniche e lavorare con gioia. Questo è il punto di partenza, perché se il lavoro è troppo un dovere, si perde energia. 

Il secondo aspetto è di guardare ai più bravi al mondo e mettersi, appena finita l'università, a loro disposizione... Individuiamo il sarto più bravo, individuiamo lo studio di ingegneria che ci interessa di più e andiamo in quello studio e mettiamoci a totale disposizione: ci troviamo lì tutte le mattine quando lo studio apre, per primi, e andiamo via per ultimi. E impariamo. Il più possibile".


Video intervista

15 Maggio 2012
"Da 1 a 56 gelaterie: il boom di Grom" di Camillo Langone

Libero


"I due amici torinesi hanno avuto un'idea semplicissima che poteva venire a chiunque: fare un gelato naturale, sano e digeribile, senza coloranti e senza additivi. Un'idea del genere poteva venire a chiunque, ma purtroppo per i concorrenti verdi di bile è venuta soltanto a loro".

Pag: 1 . 2 . 3 . 4 . 5 . 6 . 7 . 8 . 9

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per scopi statistici in forma anonima.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca QUI.
Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
OK